close

RISPARMIA SU DMTIES.IT

Cravatte Sartoriali e Accessori Moda - Sconti fino al 50%
Curiosità

Tendenze evergreen: la fantasia tartan

La fantasia tartan, anche detta a quadri, è un cult della moda. Sinonimo di eleganza e classicità, ma a tratti anche di uno stile grunge-punk. Continuamente riproposta, oggi il motivo a quadri è rivisitato con costanti nuove soluzioni.

RISPARMIA SU DMTIES.IT

Cravatte Sartoriali e Accessori Moda - Sconti fino al 50%

Capiamone di più.


È quasi impossibile ricordare un momento storico in cui questa fantasia non sia apparsa sulle passerelle invernali.

È negli anni Novanta, grazie al movimento Grunge, che le fantasie scozzesi, perlopiù sulle camicie, iniziano a tornare di moda fra gli adolescenti.

Ma adesso è tempo di cambiare idea.

Oggi la fantasia scozzese non è più simbolo di ribellione e di depressione adolescenziale, ma di grande eleganza.

Il “nuovo” tartan

Per questa stagione moda 2019 la fantasia scottish è stata reinterpretata con un gusto del tutto nuovo: emerge con forza infatti una fusione tra motivo tradizionale e spirito anticonformista.

Non è mai troppo tartan

Dalle passerelle femminili a quelle maschili, non c’è un solo elemento del nostro guardaroba invernale che non possa essere declinato nella tipica fantasia a quadri, non c’è un solo accessorio moda che non sia stato avvistato in colori fluo, vivaci, ma nella geometrica fantasia evergreen.

Cosa scegliere in questa fantasia

Ce ne è per tutti, soprattutto in inverno.

Potrai scegliere uno zaino con tasche, una classica sciarpa in lana, calzature con inserti in tessuto, una rassicurante camicia in flanella, oppure un blazer o una giacca corta e avvitata, un pantalone in lana con volumi morbidi e ampi.

Da non dimenticare i piccoli accessori, che tanto incidono sulla riuscita di un outfit: una cravatta, un papillon, un fazzoletto da taschino, una cintura, delle bretelle…

Cravatta a quadri Don Mimì

CRAVATTA 3-PIEGHE IN FANTASIA “TARTAN”

  • Brand: Don Mimì by DM Ties
  • Larghezza: 8 cm
  • Lunghezza: 148 cm
  • Materiale: 100% seta inglese stampata
  • Lavorazione: a mano

Originariamente il tartan era realizzato in lana, mentre oggi si utilizzano anche altri materiali, ad esempio la seta.

La fantasia a quadri è ricercata anche per l’arredo di interni: tovaglie da tavolo, tendaggi, rivestimento di divani e poltrone, tanto per citarne qualcuno.

Consigli per abbinare il tartan e non sbagliare mai

Scordate l’effetto “taglialegna”. Oggi lo scozzese ha ricevuto un importante upgrade, diventando una fantasia trendy di grande eleganza tanto da essere finito sulle attuali passerelle.

Indossarlo però non è facile. E allora ecco dei semplici consigli per non sbagliare mai:

  • Se usi un accessorio tartan, tipo una cravatta, lascia che sia l’unico in questa fantasia, non accostarla ad altri capi nel medesimo disegno
  • Una camicia o un pull scozzese preferiscili ben sagomati addosso
  • Evita il total-tartan
  • Proibito l’abbinamento borsa-scarpe
  • Un pantalone scozzese, sia uomo che donna, sceglilo ben aderente sulla caviglia
  • Sopra ad un pantalone a quadri indossa una camicia bianca e una giacca nera
  • Unire lo scozzese con le righe o i quadretti in maniera bilanciata può dare un effetto inaspettatamente chic

Le origini del tartan

Il termine inglese tartan deriva dal francese tiretain, che probabilmente deriva a sua volta dal verbo tirer, in riferimento alla tessitura del tessuto in contrapposizione al panno in tinta unita. Non si conosce l’origine esatta dell’uso di tessere la lana con questo disegno delle Highland scozzesi, ma sicuramente è molto antico.

Il kilt, il tipico gonnellino scozzese, è realizzato in tartan e difatti questo tessuto è considerato un simbolo tradizionale della Scozia.

Questo disegno (in Italia si chiama scozzese) è ottenuto con fili di colori diversi che si ripetono con uno schema definito, uguale sia nell’ordito che nella trama, denominato sett. L’armatura del telaio per tessere il tartan è la saia. I blocchi di colore si ripetono verticalmente e orizzontalmente in un modello distintivo di quadrati e linee che, intrecciandosi, danno l’apparenza di nuovi colori miscelati da quelli originali. Il tartan è spesso chiamato plaid in Nord America, mentre in Scozia il plaid è una tela appesa sopra la spalla come fosse un accessorio del kilt, o in alternativa una semplice coperta da disporre su un letto.

Tendenze evergreen: la fantasia tartan ultima modifica: 2019-02-03T22:13:41+00:00 da Gabriella Fiore
Gabriella Fiore

The author Gabriella Fiore

Lascia un commento